fbpx

Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Iva errata: detrazione limitata
IvaEntiLocali

Iva errata: detrazione limitata

L’imposta che viene erroneamente corrisposta in relazione ad un’operazione non imponibile, non soggetta o esente non può essere portata in detrazione dal committente o cessionario, nemmeno a seguito della modifica apportata al sesto comma dell’articolo 6 del D.Lgs. n. 471 del 1997, ed indipendentemente dalla sua efficacia retroattiva prevista dal D.L. n. 34 del 2019, in quanto tale disposizione si applica unicamente alla diversa ipotesi in cui, a seguito di una cessione o prestazione imponibile, l’Iva sia stata addebitata in base ad un’aliquota maggiore rispetto a quella corretta. Il principio è enunciato dalla sentenza n. 24289/2020, pronunciata dalla quinta sezione della Corte di Cassazione, la quale interviene su un tema – quello cioè della detraibilità o meno dell’imposta applicata in eccesso in buona fede – sul quale, poco più di un mese fa, gli stessi ermellini avevano assunto una posizione di segno apparentemente opposto.

Leggi tutto >>
IvaEntiLocali

Il versamento dell’acconto Iva

La sospensione dei termini che scadono nel mese di dicembre relativi ai versamenti dell’Iva, condizionata al calo del fatturato, riguarda anche il pagamento dell’acconto dovuto per l’ultimo mese o trimestre del periodo d’imposta – appuntamento quest’anno differito al 28 dicembre, in quanto il 27 cade di domenica – ma non sembra estendibile anche agli enti non commerciali, quantomeno in base ad un’interpretazione coerente con le precedenti ed analoghe norme di favore contenute nei decreti “Cura Italia” e “Liquidità”. A parte questo aspetto, l’adempimento non presenta alcuna novità rispetto al passato, essendo sempre possibile, per i Comuni come per ogni altro soggetto passivo, quantificare l’importo dell’eventuale debito in base a tre differenti modalità di calcolo – alternative tra di loro – scegliendo quella più conveniente.

Leggi tutto >>
Contributi ed integrazioni del prezzo
IvaEntiLocali

Contributi ed integrazioni del prezzo

Il contributo erogato in favore di un soggetto passivo Iva in assenza di una controprestazione in cambio dell’importo ricevuto, ma che è in grado di incidere sul corrispettivo finale del bene venduto o del servizio reso sul mercato dal beneficiario, deve essere assoggettato ad imposta in quanto sovvenzione direttamente connessa con il prezzo, secondo quanto stabilito da vari pronunciamenti della Corte UE che sono stati recepiti anche dalla Corte di Cassazione, da ultimo con la sentenza n. 26318 del 19 novembre scorso.

Leggi tutto >>
Le fatture compensate applicano lo split
IvaEntiLocali

Le fatture compensate applicano lo split

Le fatture reciprocamente emesse da un Comune ed una società in house per servizi inerenti, rispettivamente, la realizzazione e la gestione di un impianto, con regolazione finanziaria a mezzo compensazione, non possono essere emesse in deroga alle regole stabilite per ciascuna di esse – e quindi il documento diretto all’ente resta assoggettato alla disciplina di cui all’articolo 17 ter del D.P.R. 633/72 – anche se occorre riflettere su quando effettuare lo split payment laddove la scelta del momento impositivo ricada sul pagamento. E’ questa la sintesi estrema della seconda parte della risposta n. 552/2020, con la quale l’Agenzia, dopo aver escluso la natura permutativa di alcune operazioni previste da una convenzione, ha fornito indicazioni sul comportamento da tenere rispetto all’applicazione della scissione dei pagamenti in caso di intrattenimento di rapporti di credito e debito reciproco.

Leggi tutto >>
Convenzioni “in house” e permuta
IvaEntiLocali

Convenzioni “in house” e permuta

La stipula di una convenzione, tra un Comune ed una società partecipata, che prevede l’impegno, da un lato, a realizzare un impianto di produzione di energia elettrica, e, dall’altro, ad affidare tale complesso in gestione, deve essere attentamente analizzata allo scopo di comprendere se l’eventuale regolazione finanziaria delle partite in compensazione riconduca il contratto sottoscritto all’istituto civilistico della permuta, con quanto di conseguenza in termini di disapplicazione del regime della scissione dei pagamenti nell’ambito delle reciproche fatture. L’indicazione deriva dalla lettura della risposta n. 552 del 20 novembre scorso, fornita ad un ente territoriale che ha posto alcuni interessanti quesiti circa il comportamento da tenere, ai sensi dell’articolo 17 ter del D.P.R. 633/72, nella prospettiva di un articolato rapporto nel quale il primo aspetto, fondamentale, è costituito dalla propria soggettività passiva ai fini Iva.

Leggi tutto >>
Iva errata: detrazione anche prima del 2018
IvaEntiLocali

Iva errata: detrazione anche prima del 2018

L’Iva erroneamente addebitata in misura superiore per lavori di urbanizzazione in un centro sportivo può essere portata legittimamente in detrazione anche se la data di emissione è antecedente all’entrata in vigore della legge di bilancio 2018, purché si tratti, ovviamente, di spesa inerente all’esercizio di un’attività commerciale ed imponibile e, quindi, nei limiti e nel rispetto delle regole definite dagli articoli 19 e seguenti del D.P.R. 633/72. Il principio è tratto dalla sentenza della Corte di Cassazione n. 23817 del 28 ottobre 2020 la quale, alla luce del diritto sopravvenuto, supera il precedente orientamento espresso dalla decisione n. 24001/2018.

Leggi tutto >>