Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Fornitura gas: Iva agevolata anche nell’appalto complesso
IvaEntiLocali

Fornitura gas: Iva agevolata anche nell’appalto complesso

La fornitura di gas naturale effettuata nell’ambito di un contrato d’appalto stipulato da un raggruppamento temporaneo di imprese con una Regione ed avente ad oggetto un servizio di natura complessa – perché composto da una serie eterogenea di attività connesse e funzionali alla gestione di alcuni impianti – può essere effettuata applicando l’aliquota agevolata al 5% se ed in quanto il corrispettivo dovuto all’aggiudicatario sia imputabile in via diretta e specifica alla somministrazione in base delle quantità registrate dai contatori del distributore locale. In un momento difficile come quello attuale è da accogliere con favore la risposta n. 566/2022 con la quale l’Agenzia delle entrate ha riconosciuto il beneficio della riduzione dell’aliquota in considerazione della modalità di determinazione del corrispettivo spettante all’aggiudicatario, distinta per ciascuna delle attività dallo stesso rese.

Leggi tutto >>
Niente Iva sulla restituzione delle aree ai lottizzanti
IvaEntiLocali

Niente Iva sulla restituzione delle aree ai lottizzanti

L’atto con il quale il Comune, accertata la mancata esecuzione delle opere di urbanizzazione previste da una convenzione di lottizzazione a suo tempo siglata con un consorzio, risolve tale accordo per inadempimento e procede alla restituzione delle aree precedentemente acquisite a titolo gratuito, non deve essere assoggettato ad Iva, ma ad imposta di registro, in quanto la fattispecie integrata non può essere considerata come una cessione di beni ex articolo 2 del D.P.R. 633/72. A giungere a questa conclusione è stata l’Agenzia delle entrate, al termine della risposta n. 576/2022.

Leggi tutto >>
Sempre imponibile la cessione di fabbricati fatiscenti
IvaEntiLocali

Sempre imponibile la cessione di fabbricati fatiscenti

La cessione, effettuata in regime di rilevanza Iva, di fabbricati che versano in uno stato di notevole degrado – al punto da essere riclassificati, al momento della cessione, nella categoria F/2 – non può beneficiare del regime di esenzione, né può essere oggettivamente riqualificata in un’operazione di alienazione di un terreno edificabile, nonostante sia prevista la demolizione dei manufatti e la loro ricostruzione, nonché conversione urbanistica con destinazione residenziale, dovendosi infatti considerare la classificazione catastale, al momento della vendita, quale criterio di riferimento principale per la valutazione del profilo impositivo della fattispecie. Il chiarimento proviene dall’Agenzia delle entrate, attraverso la risposta n. 554/2022.

Leggi tutto >>
Compensazione valida anche senza visto di conformità
IvaEntiLocali

Compensazione valida anche senza visto di conformità

La mancata apposizione del visto di conformità sulla dichiarazione annuale, presentata ai fini dell’Iva o dell’Irap, che espone un credito superiore a 5.000 euro, si risolve in un’infrazione puramente formale e quindi non legittima l’irrogazione di sanzioni per mancato pagamento del tributo eventualmente compensato, dal momento che si tratta di una violazione inidonea sia a pregiudicare l’esercizio delle attività di controllo e di verifica della sussistenza di tale eccedenza da parte dell’ente accertatore, che ad incidere negativamente a danno del fisco, tanto sulla base imponibile, quanto sul versamento dell’imposta. E’ questa l’importante enunciazione di principio contenuta nella sentenza n. 25736/2022 della Corte di Cassazione.

Leggi tutto >>
L’Irap sui premi Inail va rimborsata
IvaEntiLocali

L’Irap sui premi Inail va rimborsata

L’Irap versata in eccesso a causa della mancata deduzione dei premi Inail dalla base imponibile calcolata con il sistema retributivo deve essere rimborsata dall’erario, a seguito di apposita istanza presentata dal Comune con il corredo dei documenti che attestino non soltanto l’effettivo sostenimento di tali costi, ma anche la loro riferibilità ai soli dipendenti impiegati nelle attività istituzionali, ovviamente nel caso in cui esista anche personale dedicato ad attività commerciali assoggettate ad imposta in base al metodo opzionale previsto dal secondo comma dell’articolo 10-bis del D. Lgs. 446/97. E’ questa la conclusione alla quale è giunta la CTR del Piemonte – al termine della sentenza n. 839, pronunciata dalla 4° sezione in data 16 agosto 2022 – a conferma della decisione di primo grado, già favorevole alle ragioni del Comune di Torino.

Leggi tutto >>
Cessione terreni comunali: niente Iva se manca una “attività”
IvaEntiLocali

Cessione terreni comunali: niente Iva se manca una “attività”

La cessione di un terreno edificabile comunale deve essere inquadrata – nell’ambito del principio di alternatività tra imposta sul valore aggiunto ed imposta di registro – alla stessa stregua di qualunque altra operazione resa a titolo oneroso e potenzialmente rilevante ai fini Iva in virtù dell’esistenza del presupposto oggettivo, ossia valutandone la riconducibilità, a monte di essa, ad un’attività che possa essere considerata d’impresa, ai sensi e per gli effetti del regole unionali ed interne che definiscono il possesso dello status di soggetto passivo del tributo armonizzato. Dell’applicazione di questo principio fondamentale del sistema Iva ha sicuramente fatto buon governo la prima sezione della CTP di Reggio Emilia, nella sentenza n. 184 del 6 ottobre 2022.

Leggi tutto >>