fbpx

Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
L’Iva degli interventi di consolidamento stradale
IvaEntiLocali

L’Iva degli interventi di consolidamento stradale

Gli interventi di consolidamento e di risanamento di aree a rischio per dissesto idrogeologico, finalizzati alla messa in sicurezza della viabilità primaria, non sono considerabili come opere di urbanizzazione primaria o secondaria – neppure se propedeutici alla fase di riparazione e miglioramento sismico di alcuni edifici danneggiati da un terremoto – ma potrebbero comunque beneficiare dell’aliquota ridotta al 10%, segnatamente di quella prevista dal numero 127-quaterdecies) della Tabella A, parte terza, qualora la documentazione tecnico-amministrativa dovesse qualificarli come una “ristrutturazione urbanistica”. Con questa risposta – la numero 184/2022 – l’Agenzia ha esaminato il quesito posto da una Regione intenzionata ad avviare le procedure di gara per l’esecuzione di opere finalizzate alla mitigazione del rischio idrogeologico a protezione della rete viaria intercorrente tra due frazioni di un Comune interessato da un sisma.

Leggi tutto >>
Opere di urbanizzazione “assimilate”: niente 10% se la legge è regionale
IvaEntiLocali

Opere di urbanizzazione “assimilate”: niente 10% se la legge è regionale

Gli interventi aventi ad oggetto la riqualificazione e la difesa del litorale e dell’abitato di un Comune non sono ammissibili al beneficio dell’aliquota ridotta al dieci per cento ancorché gli stessi possano essere qualificati come un’opera di urbanizzazione primaria ai sensi e per gli effetti di una legge regionale che considera tale anche l’esecuzione dei lavori necessari al riassetto idraulico ed idrogeologico per la messa in sicurezza delle aree urbanizzate. A stabilire questo importante – nonché penalizzante – principio è la risposta n. 183/2022 resa ad un’amministrazione locale che, invece, confidava nella possibilità di assoggettare i corrispettivi dell’appalto alla tassazione di favore prevista dal numero 127 septies della tabella A, parte III allegata al D.P.R. 633/72.

Leggi tutto >>
L’affitto delle sale comunali in campagna elettorale
IvaEntiLocali

L’affitto delle sale comunali in campagna elettorale

I servizi consistenti nell’affitto dei locali, negli allestimenti ed in altre prestazioni comunque connesse allo svolgimento di manifestazioni politiche, che abbiano luogo nei novanta giorni precedenti le elezioni dei sindaci e dei consigli comunali e circoscrizionali, commissionati dai partiti e dai movimenti, dalle liste e dai singoli candidati, possono beneficiare dell’aliquota ridotta al 4% ai sensi dell’articolo 18, comma 1, della legge n. 515 del 1993. L’agevolazione potrebbe essere quindi richiesta in questi giorni anche ai Comuni interessati dalla tornata elettorale, ovviamente se ed in quanto gli stessi prevedano il pagamento di una tariffa per l’uso di sale e locali di propria pertinenza e, conseguentemente, abbiano integrato lo svolgimento di un’attività rilevante ai fini Iva.

Leggi tutto >>
La cessione di fabbricati F/4
IvaEntiLocali

La cessione di fabbricati F/4

La cessione di fabbricati di natura strumentale accatastati nella categoria F/4 sui quali, all’atto della vendita, siano ancora in corso di realizzazione gli interventi di cui all’articolo 3, comma 1, lettere c), d) o f) del D.P.R. 380/2001 diretti a modificarne la destinazione in abitativo, non può beneficiare sia del regime di esenzione – in quanto l’operazione ha ad oggetto beni che si trovano ancora nel circuito produttivo – che della tassazione agevolata prevista dal n. 127-undecies della parte III della Tabella A allegata, perché riservata ad unità che possano essere comunque qualificate, al momento stesso del passaggio di proprietà, come “case di abitazione non di lusso”, ancorché non ultimate. Lo ha stabilito l’Agenzia delle entrate attraverso la risposta n. 167/2022.

Leggi tutto >>
Barriere architettoniche e Iva agevolata: decide il contratto
IvaEntiLocali

Barriere architettoniche e Iva agevolata: decide il contratto

La possibilità di applicare l’aliquota ridotta del 4% di cui al numero 41-ter della Tabella A, Parte II con riferimento ai lavori di rifacimento di una piazza che costituiscono una manutenzione straordinaria – e nell’ambito dei quali è prevista anche l’esecuzione di opere direttamente finalizzate al superamento o alla eliminazione delle barriere architettoniche – è condizionata dalla puntuale stesura del capitolato di appalto e dalla qualificazione urbanistica dell’intervento. E’ questa la massima che può essere tratta dalla lettura della risposta n. 180/2022.

Leggi tutto >>
La stampa dei registri Iva
IvaEntiLocali

La stampa dei registri Iva

I documenti fiscalmente rilevanti, consistenti in registri tenuti in formato elettronico, non devono essere stampati, ai fini della loro regolarità, sino al terzo mese successivo al termine di presentazione della relativa dichiarazione dei redditi – salva apposita richiesta in tal senso da parte degli organi di controllo in sede di accesso, ispezione o verifica – ed entro tale momento vanno posti in conservazione nel rispetto del D.M. 17 giugno 2014, laddove il contribuente intenda mantenerli nello stesso formato. La precisazione proviene dall’Agenzia delle Entrate, attraverso la risoluzione n. 16/E del 28 marzo 2022, e riguarda la norma contenuta all’articolo 12-octies del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34.

Leggi tutto >>