Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Esterometro: obbligo limitato alle attività commerciali
IvaEntiLocali

Esterometro: obbligo limitato alle attività commerciali

I Comuni e tutte le pubbliche amministrazioni in genere sono esclusi dall’adempimento comunicativo previsto dall’articolo 1, comma 3-bis, del D. Lgs. 5 agosto 2015, n. 127 – meglio noto come “esterometro”, ivi inclusa anche la nuova versione in formato Xml strutturato e trasmesso singolarmente via Sdi, divenuto obbligatorio dal 1° luglio scorso – con riferimento a tutte quelle operazioni per le quali non agiscono in veste di soggetti passivi d’imposta, ma nell’ambito della cosiddetta “sfera istituzionale”. Il chiarimento era atteso da molto tempo ed è arrivato, paradossalmente, in simultanea all’interno sia della circolare n.26/E del 13 luglio 2022, di per sé destinata a tutti i contribuenti, che della risposta n. 379/2022, invece diretta specificamente ad un’amministrazione territoriale.

Leggi tutto >>
Appalti e “caro materie”: il committente versa l’Iva
IvaEntiLocali

Appalti e “caro materie”: il committente versa l’Iva

Le somme erogate alle imprese appaltatrici dalle stazioni appaltanti, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1-septies del D.L. 73/2021 – e quindi anche per la parte che risulta finanziata dal fondo perequativo previsto da tale disposizione – assumono la natura di integrazione dell’originario corrispettivo stabilito per l’esecuzione dell’opera o del servizio e come tale risultano rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, secondo le modalità e l’aliquota già previste per l’originario contratto di appalto. Il chiarimento – molto atteso, dopo che la diffusione “informale” della risposta della Direzione Centrale ad un interpello presentato dal Ministero delle infrastrutture aveva sollevato molti dubbi e perplessità tra gli operatori – è contenuto nella risoluzione n. 39/E pubblicata il 13 luglio scorso.

Leggi tutto >>
Iva e “finanziamenti” alle società in house
IvaEntiLocali

Iva e “finanziamenti” alle società in house

Le somme versate da un ente locale nell’ambito di un contratto di servizio concluso con una società di capitali interamente controllata, avente ad oggetto l’affidamento di compiti e di funzioni di interesse pubblico e generale, devono essere regolarmente assoggettate ad imposta sul valore aggiunto – anche se formalmente erogate “a fondo perduto” e nonostante il fatto che lo scopo dell’intervento finanziario possa essere quello di permettere il riequilibrio economico della partecipata – se ed in quanto presentino un nesso diretto con uno o più servizi che la stessa società si impegna ad eseguire. La conclusione è tratta dalla risposta n. 316/2022 dell’Agenzia delle entrate e deve essere attentamente analizzata, non solo per via delle conseguenze che potrebbe determinare all’interno del mondo comunale in genere, ma anche perché l’istanza denota una certa difficoltà di fondo, da parte degli operatori pubblici, ad inquadrare correttamente questo genere di operazioni.

Leggi tutto >>
Terreni edificabili: “messa in comunione” senza Iva
IvaEntiLocali

Terreni edificabili: “messa in comunione” senza Iva

L’operazione di “messa in comunione” di terreni edificabili – che si realizza quando la proprietà esclusiva viene trasformata in titolarità di quote indivise di una proprietà comune – non integra il presupposto oggettivo di applicazione dell’Iva, in quanto svolge una funzione meramente ripartitoria e distributiva, e non una tipica funzione di scambio negoziale, purché la stessa abbia luogo senza pagamento di conguagli in denaro. Il chiarimento proviene dall’Agenzia delle entrate ed è contenuto nella risposta n. 326/2022

Leggi tutto >>
Al via l’Xml che sostituisce l’esterometro
IvaEntiLocali

Al via l’Xml che sostituisce l’esterometro

A partire dalle cessioni e dalle prestazioni effettuate dal 1° luglio scorso, i dati delle operazioni transfrontaliere attive e passive realizzate da soggetti passivi residenti in Italia – tra i quali figurano, quindi, anche i Comuni – devono essere comunicati singolarmente, ossia con riferimento ad ogni transazione, utilizzando il formato Xml previsto all’interno del provvedimento n. 89757 del 30 aprile 2018, con trasmissione al sistema di interscambio, come già avviene per le fatture elettroniche PA e tra privati.

Leggi tutto >>
Appalti e compensazione dei prezzi: rebus Iva
IvaEntiLocali

Appalti e compensazione dei prezzi: rebus Iva

L’erogazione alle stazioni appaltanti delle somme facenti parte del fondo previsto dall’articolo 1-septies del D.L. 73/2021 – allo scopo di compensare le imprese costruttrici di opere pubbliche dell’eccezionale aumento del costo di alcuni materiali utilizzati nei cantieri – non integra il presupposto oggettivo per l’applicazione dell’Iva, in quanto avviene in assenza di alcuna controprestazione o di alcun obbligo assunto nei confronti dell’ente erogatore e non può neppure essere considerata una sovvenzione direttamente connessa col prezzo dell’appalto. La conclusione è tratta dalla nota che l’Agenzia delle Entrate ha inviato al Ministero delle Infrastrutture nell’interpello 956-83/2022 – non pubblicata, almeno ad oggi – e solleva forti dubbi tra gli operatori, in quanto non sembra affatto risolvere il vero problema sottostante la novità normativa, ossia l’eventuale tassazione dell’importo (sia per la parte a carico della stazione appaltante, che per quella, eventuale, a valere sul fondo) che l’appaltatore riceverà agli effetti della suddetta disposizione.

Leggi tutto >>