Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Cessione terreni comunali: niente Iva se manca una “attività”
IvaEntiLocali

Cessione terreni comunali: niente Iva se manca una “attività”

La cessione di un terreno edificabile comunale deve essere inquadrata – nell’ambito del principio di alternatività tra imposta sul valore aggiunto ed imposta di registro – alla stessa stregua di qualunque altra operazione resa a titolo oneroso e potenzialmente rilevante ai fini Iva in virtù dell’esistenza del presupposto oggettivo, ossia valutandone la riconducibilità, a monte di essa, ad un’attività che possa essere considerata d’impresa, ai sensi e per gli effetti del regole unionali ed interne che definiscono il possesso dello status di soggetto passivo del tributo armonizzato. Dell’applicazione di questo principio fondamentale del sistema Iva ha sicuramente fatto buon governo la prima sezione della CTP di Reggio Emilia, nella sentenza n. 184 del 6 ottobre 2022.

Leggi tutto >>
Iva agevolata sulla sicurezza delle acque sotterranee
IvaEntiLocali

Iva agevolata sulla sicurezza delle acque sotterranee

Tutte le spese relative alla realizzazione di un progetto, approvato dal Comune competente, di messa in sicurezza operativa di acque sotterranee contaminate, ivi inclusi i costi relativi alla fase preliminare, nonché quelli sostenuti per l’acquisto di beni e servizi aventi carattere accessorio possono beneficiare dell’applicazione dell’aliquota del 10 per cento, ai sensi dei numeri da 127-quinquies) a 127-septies), della Tabella A, Parte III, allegata al D.P.R. 633/72. Tale riconoscimento proviene direttamente dall’Agenzia delle entrate, attraverso la risposta n. 490/2022.

Leggi tutto >>
Niente reverse sulla pulizia degli hub vaccinali
IvaEntiLocali

Niente reverse sulla pulizia degli hub vaccinali

I servizi di pulizia e di sanificazione dei locali adibiti ad hub vaccinali, erogati nei confronti di enti non commerciali che agiscono in veste di soggetti passivi d’imposta, non devono essere assoggettati al regime di inversione contabile previsto dalla lettera a-ter del sesto comma dell’articolo 17 del D.P.R. 633/72, in quanto rientranti nella disposizione eccezionale di esenzione stabilita dal comma 453 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2020, n. 178, con riferimento alle cessioni di vaccini contro il Covid-19 ed alle prestazioni strettamente connesse. La conclusione è tratta dalla risposta n. 502/2022

Leggi tutto >>
RTI e refezione: servizi secondari ad Iva piena
IvaEntiLocali

RTI e refezione: servizi secondari ad Iva piena

L’affidamento del servizio comunale di ristorazione scolastica ad un raggruppamento temporaneo di imprese di tipo verticale, con previsione di attività secondarie quali la disinfestazione e la derattizzazione, nonché la riparazione e la piccola manutenzione, non può essere gestito, in ambito Iva, assoggettando tutti i servizi appaltati all’aliquota agevolata del 4%, propria della prestazione principale di fornitura dei pasti agli alunni, in quanto mancano i presupposti per l’applicazione dell’articolo 12 del D.P.R. 633/72. Il chiarimento proviene dall’Agenzia delle entrate, attraverso la risposta n. 520/2022.

Leggi tutto >>
Il danno per ritardata assunzione “paga” l’Irap
IvaEntiLocali

Il danno per ritardata assunzione “paga” l’Irap

La somma riconosciuta dal tribunale amministrativo a favore di un dipendente comunale, a titolo di risarcimento del danno da ritardata assunzione in servizio, rientra regolarmente, all’atto del relativo pagamento, nella base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive calcolata con il sistema retributivo, a nulla rilevando il fatto che l’importo in questione risulti essere calcolato con riferimento a un periodo in cui lo stesso percettore non aveva prestato attività lavorativa presso l’ente di appartenenza. Il chiarimento proviene dell’Agenzia delle entrate – attraverso la risposta n. 509/2022.

Leggi tutto >>
Fatture e note per gli acconti
IvaEntiLocali

Fatture e note per gli acconti

Le somme corrisposte a titolo di acconto sul prezzo di una cessione o prestazione devono essere assoggettate ad imposizione in base alle regole Iva stabilite per l’operazione cui fanno riferimento e l’eventuale nota di variazione in diminuzione, nel caso in cui le condizioni contrattuali prevedano conguagli a consuntivo, può essere emessa anche oltre l’anno dalla data della fattura che deve essere corretta, in quanto non si è in presenza di un errore, ma dell’esecuzione degli accordi originari conclusi tra le parti. L’indicazione proviene dall’Agenzia delle entrate, attraverso la risposta n. 488/2022.

Leggi tutto >>