fbpx

Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Il pagamento assicurativo non evita la scissione
IvaEntiLocali

Il pagamento assicurativo non evita la scissione

Il sistema di pagamento diretto del fornitore dell’amministrazione locale – effettuato dalla compagnia assicuratrice in forza del contratto di copertura dei rischi da circolazione stradale stipulato con l’ente medesimo – non può essere assimilato ad alcuno dei casi di esenzione dall’applicazione del meccanismo dello split payment individuati sino ad oggi dalla prassi dell’Agenzia, con conseguente emissione della fattura in regime ex articolo 17 ter del D.P.R. 633/72 ed esecuzione di più versamenti, con inevitabile aggravio amministrativo per le parti coinvolte. Con questa presa di posizione, abbastanza scontata, la risposta n. 474/2021 ha negato ad una pubblica amministrazione la possibilità di estendere all’ipotesi della liquidazione diretta del danno subìto dai propri veicoli la deroga riconosciuta da precedenti circolari.

Leggi tutto >>
Fatture irregolari: controllo limitato
IvaEntiLocali

Fatture irregolari: controllo limitato

L’obbligo posto dal D. Lgs. 471/97, in capo al cessionario o committente, di regolarizzare le fatture emesse dal prestatore o dal cedente sussiste nel solo caso in cui le mancanze da quest’ultimo commesse riguardino l’identificazione dell’atto negoziale ed i dati fiscalmente rilevanti, senza perciò estendersi anche a controlli sostanziali sulla corretta qualificazione tributaria dell’operazione e ciò per un duplice ordini di motivi legati alla ratio della norma ed al ruolo dell’acquirente. L’importante principio giurisprudenziale, ormai assolutamente consolidato, è stato ribadito dalla sentenza n. 13032/2021 della Corte di Cassazione, nella quale la magistratura di vertice ha affrontato anche un caso particolare di irregolarità, collegato allo status esteriore dell’emittente la fattura.

Leggi tutto >>
La legge “antispreco” e gli enti locali
IvaEntiLocali

La legge “antispreco” e gli enti locali

La locuzione “non più commercializzati o non idonei alla commercializzazione per imperfezioni alterazioni, danni o vizi che non ne modificano l’idoneità all’utilizzo o per altri motivi similari” utilizzata dall’articolo 16 della legge 19 agosto 2016, n. 166 – riguardante la cessione gratuita di merci a favore, tra gli altri, di enti pubblici – deve essere interpretata individuando due distinte categorie di beni ed ammettendo motivazioni simili a quelle specificate che siano comunque rispettose della ratio della norma e del principio di stretta interpretazione delle disposizioni di agevolazione. I chiarimenti sulla portata della cosiddetta “legge antispreco” sono contenuti nella consulenza giuridica n. 8/2020 richiesta da un’associazione di categoria e possono interessare, indirettamente, anche i Comuni quali soggetti potenzialmente beneficiari di atti di liberalità compiuti da imprese operanti nei settori merceologici indicati nella disposizione.

Leggi tutto >>
Il bollo sulle fatture imponibili
IvaEntiLocali

Il bollo sulle fatture imponibili

Le fatture elettroniche che recano, al proprio interno, l’addebito sia di corrispettivi imponibili che di somme riguardanti spese anticipate in nome e per conto del cliente, ex articolo 15 della legge Iva, devono essere assoggettate ad imposta di bollo qualora l’importo di queste ultime risulti superiore ad euro 77,47, non potendo trovare applicazione, in questo caso, il principio di alternatività tra i due tributi stabilito dall’articolo 6 della Tabella allegata al D.P.R. 642 del 1972. A ribadire questo concetto – peraltro già espresso da prassi precedente – è stata l’Agenzia delle entrate attraverso la risposta n. 491/2021.

Leggi tutto >>
La valorizzazione immobiliare è “separabile”
IvaEntiLocali

La valorizzazione immobiliare è “separabile”

Lo sviluppo e la riqualificazione di fabbricati – in vista della successiva cessione delle unità ricavate dalla riconversione – esercitata da un soggetto dotato di partita Iva che svolge attività di locazione e di compravendita immobiliare, costituisce un’iniziativa imprenditoriale distinta rispetto alle altre, con conseguente possibilità di beneficiare dell’opzione di cui all’articolo 36 del D.P.R. 633/72 e di applicare separatamente l’imposta, al fine di non subire alcuna limitazione sul versante della detrazione. L’importante precisazione è contenuta nella risposta n. 471/2021 ed appare ancor più rilevante, se esaminata nell’ottica di un’amministrazione territoriale, in quanto è stata fornita proprio ad un ente non commerciale.

Leggi tutto >>
Prestazioni complesse, accessorie ed indipendenti
IvaEntiLocali

Prestazioni complesse, accessorie ed indipendenti

La fornitura di prestazioni soggette ad agevolazioni o a regimi speciali – prime fra tutte l’esenzione e l’inversione contabile – può generare complessità interpretative nel caso in cui il servizio risulti più ampio rispetto a quello individuato dalla norma di riferimento, in quanto il principio di stretta applicazione delle disposizioni di favore e derogatorie, in generale, richiede di stabilire se si è di fronte ad un’operazione unica complessa, piuttosto che a diverse operazioni autonome, eventualmente collegate da un rapporto di accessorietà. La “guida” per provare a risolvere questo genere di problemi, quantomeno sotto l’aspetto dei criteri da utilizzare per distinguere una fattispecie dall’altra, è rappresentata dalla giurisprudenza della Corte UE, alla quale la recente sentenza 4 marzo 2021, nella causa C-581/19, ha fornito un ulteriore contributo.

Leggi tutto >>