fbpx

Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Gestione RSA: Iva al 5% con la coop sociale
IvaEntiLocali

Gestione RSA: Iva al 5% con la coop sociale

Il corrispettivo versato ad una cooperativa sociale a titolo di affidamento della gestione globale di una RSA comunale – comprensiva, quindi, dell’alloggio e di tutte le altre prestazioni necessarie – deve essere assoggettato ad Iva nella misura del 5% ai sensi della parte II-bis) della Tabella A allegata al D.P.R. 633/72 in quanto le prestazioni effettuate all’interno di tale struttura sono assimilabili a quelle rese in una casa di riposo. Con questa conclusione l’Agenzia delle entrate ha dato ragione all’ente proprietario di una residenza sanitaria ed assistenziale, nell’ambito di una controversia con alcuni degenti convinti, invece, dell’applicazione del regime d’esenzione alle medesime somme pagate, dal Comune stesso, a favore del gestore.

Leggi tutto >>
Gli enti del terzo settore e l’Iva negli appalti comunali
IvaEntiLocali

Gli enti del terzo settore e l’Iva negli appalti comunali

La “sostituzione” della qualifica di Onlus con quella di “enti del terzo settore non commerciali” all’interno delle disposizioni di esenzione previste dall’articolo 10 del D.P.R. 633/72 – tra le quali spicca, per importanza e diffusione in ambito comunale, quella relativa alle prestazioni di natura socio-sanitaria ed assistenziale recata al numero 27-ter – potrebbe causare aggravi di spesa non previsti, nell’ambito delle convenzioni pluriennali già in essere e, soprattutto, dovrà essere gestita con molta attenzione all’interno dei futuri bandi di gara, dal momento che l’aggiudicatario potrebbe essere un ente soggetto, di per sé stesso, ad una fiscalità variabile nel corso della durata del rapporto contrattuale.

Leggi tutto >>
Professionisti deceduti: autofattura via SdI
IvaEntiLocali

Professionisti deceduti: autofattura via SdI

La mancata emissione della fattura da parte degli eredi di un professionista deceduto rappresenta una violazione – decorsi quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazione – che deve essere regolarizzata dal committente attraverso l’invio a mezzo del sistema di interscambio di una autofattura che può indicare, senza essere scartata, la partita Iva cessata del prestatore, purché non siano trascorsi più di cinque anni dalla data di chiusura del numero identificativo nell’anagrafe tributaria.

Leggi tutto >>
La prestazione socio-sanitaria si “adatta” al Covid
IvaEntiLocali

La prestazione socio-sanitaria si “adatta” al Covid

La natura socio-sanitaria ed educativa dei servizi resi in favore di ragazzi in età scolare, affetti da disturbi specifici dell’apprendimento, non viene meno per effetto del maggior coinvolgimento dei genitori a supporto delle attività di sostegno rese ai figli dovuto al passaggio dalla modalità in presenza a quella a distanza, obbligata dalla pandemia, configurandosi pertanto sempre un’operazione agevolata sotto il profilo Iva formata da un servizio principale e da altre prestazioni di carattere accessorio. E’ questo il chiarimento fornito dall’Agenzia delle entrate ad una cooperativa ex legge 381/91.

Leggi tutto >>
Collettori d’adduzione con aliquota agevolata
IvaEntiLocali

Collettori d’adduzione con aliquota agevolata

La costruzione ex novo di collettori d’adduzione dei reflui fognari trattati all’interno di depuratori, facente parte di un più ampio progetto di riorganizzazione del sistema di smaltimento civile ed industriale, può scontare l’aliquota ridotta al 10% – in quanto gli stessi devono essere considerati come articolazioni dell’impianto fognario e quindi inerenti alle opere di urbanizzazione – sebbene tale intervento si sostanzi, essenzialmente, in un potenziamento, miglioramento ed efficientamento dell’attuale rete, senza comportare un’estensione a favore di aree di nuova urbanizzazione e senza prevedere il collegamento diretto a nuovi allacciamenti. E’ questa l’essenza del parere che l’Agenzia delle entrate ha reso attraverso la risposta n. 229/2021.

Leggi tutto >>
Accordi di collaborazione con Iva
IvaEntiLocali

Accordi di collaborazione con Iva

Le somme rimborsate nell’ambito di un accordo di collaborazione concluso da amministrazioni aggiudicatrici di bandi pubblici costituiscono il corrispettivo di prestazioni rese in favore una dell’altra, nonostante l’intesa preveda il ristoro del solo costo del lavoro occorrente per erogare materialmente il servizio – sostanziandosi perciò in un mero conguaglio tra i rispettivi importi spettanti, per spese effettivamente sostenute – ed a nulla rilevando il fatto che la finalità perseguita sia d’interesse pubblico. L’indicazione proviene dall’Agenzia delle entrate, in risposta ad un’istanza di interpello presentata da un’istituzione pubblica che ha sottoscritto con un consorzio un’intesa rientrante nella deroga dall’applicazione del codice degli appalti prevista dal sesto comma dell’articolo 5 del medesimo codice (D. Lgs. 50/2016).

Leggi tutto >>