fbpx

Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Rifiuti: i Comuni pagano l’Iva sul finanziamento regionale
IvaEntiLocali

Rifiuti: i Comuni pagano l’Iva sul finanziamento regionale

Il finanziamento erogato a favore del gestore del servizio di igiene urbana in un ambito territoriale ottimale deve essere assoggettato ad imposta sul valore aggiunto se ed in quanto consenta al beneficiario, ossia il medesimo soggetto prestatore, di praticare ai Comuni appaltatori un prezzo inferiore rispetto a quello che sarebbe stato applicato in mancanza di tale sovvenzione, con la conseguenza che la fattura emessa a ciascuno degli enti fruitori deve esporre una base imponibile che include anche questo importo, a titolo di integrazione parziale del corrispettivo dovuto in base alla convenzione stipulata. E’ questa la conclusione cui è giunta l’Agenzia delle entrate in risposta (la n. 734/2021) all’interpello presentato da una società affidataria del servizio di raccolta dei rifiuti.

Leggi tutto >>
La locazione finanziaria e l’affidamento di nuovi impianti sportivi
IvaEntiLocali

La locazione finanziaria e l’affidamento di nuovi impianti sportivi

La progettazione e la realizzazione di un nuovo centro natatorio in esecuzione di un progetto di partenariato pubblico-privato – il quale prevede una proposta di locazione finanziaria di opera pubblica, ai sensi del combinato disposto degli articoli 187 e 183 del D. Lgs. n. 50 del 2016 e l’affidamento della gestione di tale struttura, dietro pagamento di un canone in favore del Comune appaltante – costituiscono, nel loro complesso, operazioni tutte riconducibili allo svolgimento di un’unica attività rilevante ai fini Iva, avente ad oggetto lo sfruttamento economico del patrimonio immobiliare dell’ente. L’importante chiarimento proviene dall’Agenzia delle entrate, in risposta (la n. 699/2021) all’istanza di interpello presentata da un Comune in procinto di concludere un’operazione definita di “leasing in costruendo con gestione”.

Leggi tutto >>
Il “revamping” senza Iva agevolata
IvaEntiLocali

Il “revamping” senza Iva agevolata

La sostituzione e la revisione integrale (c.d. “revamping”) di impianti indicati al numero 127-quinquies della Tabella A, Parte III, allegata al D.P.R. 633/72, inclusi quelli riconducibili alla categoria delle opere di urbanizzazione, non possono beneficiare dell’aliquota agevolata, anche ove tali lavori si sostanzino in un rinnovamento strutturale, e ciò in quanto si tratta di fattispecie che non sono assimilabili all’ipotesi della costruzione ex novo del bene, né a quella del suo completamento o ampliamento. A chiarire questo concetto è la risposta n. 692/2021.

Leggi tutto >>
La fatturazione in presenza di un mandato
IvaEntiLocali

La fatturazione in presenza di un mandato

La creazione di un ente di natura associativa – che può assumere la forma giuridica non solo di un’associazione temporanea, ma anche quella di una struttura consortile o di una rete – impone di qualificare il rapporto esistente tra lo stesso ed i relativi partecipanti nello schema del mandato senza rappresentanza ovvero, in alternativa, in quello nel quale l’azione del soggetto collettivo ha luogo direttamente in nome e per conto dei vari aderenti. La differenza, in ambito Iva, tra l’una e l’altra situazione è ben rappresentata nella risposta n. 623/2021.

Leggi tutto >>
Niente detrazione con irregolarità formali gravi
IvaEntiLocali

Niente detrazione con irregolarità formali gravi

Le irregolarità formali legate alla fatturazione, alla registrazione in contabilità ed alla presentazione della dichiarazione annuale non possono compromettere il diritto alla detrazione dell’Iva, ove siano invece soddisfatti tutti i requisiti sostanziali richiesti per il suo riconoscimento, ma con un limite rappresentato dalla gravità degli inadempimenti compiuti, individuabile nelle ipotesi nelle quali il soggetto passivo omette deliberatamente gli obblighi formali allo scopo di sottrarsi al pagamento dell’imposta. Con questa enunciazione di principio, tratta dalla sentenza n. 9394/2021, la Corte di Cassazione ha di fatto “mediato” l’insegnamento proveniente dalla giurisprudenza unionale.

Leggi tutto >>
Le associazioni tra Comuni e l’Iva
IvaEntiLocali

Le associazioni tra Comuni e l’Iva

I contributi aggiuntivi versati dai Comuni soci di un’associazione volontaria, necessari alla parziale copertura delle maggiori spese connesse allo svolgimento delle ulteriori e specifiche attività richieste all’ente partecipato, rispetto a quelle destinate a tutti gli associati, non possono essere esclusi dall’applicazione dell’Iva in quanto le prestazioni vengono rese nell’ambito di un rapporto di natura sinallagmatica, esistendo un nesso diretto con le somme ricevute, e ciò indipendentemente dal fatto che l’importo pagato possa essere inferiore al costo di produzione del servizio o che lo scopo perseguito sia di interesse pubblico. A chiarire questo concetto è la risposta n. 576/2021.

Leggi tutto >>