fbpx

Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Le fatture compensate applicano lo split
IvaEntiLocali

Le fatture compensate applicano lo split

Le fatture reciprocamente emesse da un Comune ed una società in house per servizi inerenti, rispettivamente, la realizzazione e la gestione di un impianto, con regolazione finanziaria a mezzo compensazione, non possono essere emesse in deroga alle regole stabilite per ciascuna di esse – e quindi il documento diretto all’ente resta assoggettato alla disciplina di cui all’articolo 17 ter del D.P.R. 633/72 – anche se occorre riflettere su quando effettuare lo split payment laddove la scelta del momento impositivo ricada sul pagamento. E’ questa la sintesi estrema della seconda parte della risposta n. 552/2020, con la quale l’Agenzia, dopo aver escluso la natura permutativa di alcune operazioni previste da una convenzione, ha fornito indicazioni sul comportamento da tenere rispetto all’applicazione della scissione dei pagamenti in caso di intrattenimento di rapporti di credito e debito reciproco.

Leggi tutto >>
Convenzioni “in house” e permuta
IvaEntiLocali

Convenzioni “in house” e permuta

La stipula di una convenzione, tra un Comune ed una società partecipata, che prevede l’impegno, da un lato, a realizzare un impianto di produzione di energia elettrica, e, dall’altro, ad affidare tale complesso in gestione, deve essere attentamente analizzata allo scopo di comprendere se l’eventuale regolazione finanziaria delle partite in compensazione riconduca il contratto sottoscritto all’istituto civilistico della permuta, con quanto di conseguenza in termini di disapplicazione del regime della scissione dei pagamenti nell’ambito delle reciproche fatture. L’indicazione deriva dalla lettura della risposta n. 552 del 20 novembre scorso, fornita ad un ente territoriale che ha posto alcuni interessanti quesiti circa il comportamento da tenere, ai sensi dell’articolo 17 ter del D.P.R. 633/72, nella prospettiva di un articolato rapporto nel quale il primo aspetto, fondamentale, è costituito dalla propria soggettività passiva ai fini Iva.

Leggi tutto >>
Iva errata: detrazione anche prima del 2018
IvaEntiLocali

Iva errata: detrazione anche prima del 2018

L’Iva erroneamente addebitata in misura superiore per lavori di urbanizzazione in un centro sportivo può essere portata legittimamente in detrazione anche se la data di emissione è antecedente all’entrata in vigore della legge di bilancio 2018, purché si tratti, ovviamente, di spesa inerente all’esercizio di un’attività commerciale ed imponibile e, quindi, nei limiti e nel rispetto delle regole definite dagli articoli 19 e seguenti del D.P.R. 633/72. Il principio è tratto dalla sentenza della Corte di Cassazione n. 23817 del 28 ottobre 2020 la quale, alla luce del diritto sopravvenuto, supera il precedente orientamento espresso dalla decisione n. 24001/2018.

Leggi tutto >>
L’appalto della biblioteca comunale
IvaEntiLocali

L’appalto della biblioteca comunale

Il corrispettivo pattuito in sede di appalto per la conduzione globale di una biblioteca – contratto che prevede, in sostanza, l’esecuzione del rapporto con il pubblico e del servizio bibliotecario in rete, oltre che la gestione del patrimonio librario e documentale – soggiace al regime di esenzione previsto dal numero 22 dell’articolo 10 del D.P.R. 633/72, anche se conferito ad una cosiddetta “rete impresa”, in quanto l’agevolazione ha natura oggettiva e quindi dipende, unicamente, dalla fornitura di prestazioni che possano essere considerate come “proprie” di tali luoghi. Sulla base di questo stesso principio, anche il rapporto tra l’appaltatore ed il partecipante alla rete può beneficiare dell’esenzione, ma solo se avente ad oggetto la gestione della biblioteca nel suo complesso, e non singoli servizi autonomi.

Leggi tutto >>
Credito per locazioni: compensazione con F24 ordinario
IvaEntiLocali

Credito per locazioni: compensazione con F24 ordinario

Gli enti titolari di contabilità speciale di tesoreria unica – in quanto tenuti ad utilizzare il modello F24EP per effettuare il pagamento dei tributi e dei contributi dovuti – possono utilizzare il modello F24 ordinario allo scopo di effettuare la compensazione dei propri debiti con il credito d’imposta sui canoni di locazione previsto dall’articolo 65 del D.L.17 marzo 2020, n. 18. Il chiarimento proviene dall’Agenzia delle entrate, in risposta ad un’istanza di interpello presentata da un ente proprietario di alcuni immobili di categoria catastale C1, concessi in locazione ed in concessione d’uso per attività commerciali (segnatamente bar e ristoranti), al quale i conduttori hanno comunicato l’intenzione di cedere i propri crediti d’imposta maturati ai sensi dell’articolo 122 del D.L. n. 34 del 2020.

Leggi tutto >>
Il ravvedimento e la detrazione
IvaEntiLocali

Il ravvedimento e la detrazione

La maggiore imposta indicata in una nota di variazione in aumento emessa per correggere errori nella qualificazione dell’operazione originaria – che venga ricevuta solo dopo il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno di riferimento – è ugualmente detraibile a partire dal momento di emissione di tale documento integrativo e sino a quando consentito dal primo comma dell’articolo 19, anche se nel rispetto delle condizioni esistenti nel momento in cui è stata effettuata la cessione o la prestazione. Lo ha stabilito la risposta n. 267/2020 ad un’istanza di interpello presentata da un soggetto che ha proceduto, spontaneamente, a regolarizzare alcune fatture emesse erroneamente senza addebito dell’Iva, ovvero con indicazione di un’imposta comunque inferiore a quella dovuta.

Leggi tutto >>