fbpx

Benvenuti su Iva Enti Locali

Ivaentilocali è un sito internet fondato nell’ormai lontano 2000 interamente dedicato allo studio ed all’applicazione pratica dell’Iva nel mondo degli Enti Locali. Con oltre 1.500 articoli pubblicati in questo solo specifico ambito, Ivaentilocali rappresenta un mezzo unico di informazione ed aggiornamento per i responsabili della gestione del tributo. Qualunque sia il problema per un Ente Locale, su Ivaentilocali esiste la soluzione.
Musei: le visite “virtuali” sono esenti
IvaEntiLocali

Musei: le visite “virtuali” sono esenti

L’accesso a tour “virtuali”, a contenuto sia turistico che culturale, dei luoghi indicati al punto 22 dell’articolo 10 del D.P.R. 633/72 – realizzata attraverso l’uso di una piattaforma di e-commerce e con l’ausilio di una guida turistica con la quale gli utenti possono interagire in modo analogo ad una visita dal vivo – è fiscalmente equiparabile a quello fisico, con la conseguenza che la vendita dei relativi biglietti può avvenire in regime di esenzione. Il chiarimento proviene dall’Agenzia delle entrate, attraverso la risposta n. 1/2022.

Leggi tutto >>
L’acquisto di tablet PC e laptop
IvaEntiLocali

L’acquisto di tablet PC e laptop

L’acquisto di tablet PC e di laptop destinati alla sfera commerciale del Comune deve avvenire in regime di inversione contabile ai sensi della disposizione recata dalla lettera c) del sesto comma dell’articolo 17 e quindi richiede l’indicazione, al fornitore, dell’effettuazione dell’operazione in veste di soggetto passivo, onde evitare che la fattura venga erroneamente emessa con applicazione della scissione dei pagamenti. Il chiarimento, che si basa sul tenore letterale della norma, proviene dalla stessa Agenzia delle entrate e si pone in discontinuità con quanto invece affermato dalla prassi precedente.

Leggi tutto >>
Tia 2 e Iva: la Cassazione “trascina” anche i Comuni?
IvaEntiLocali

Tia 2 e Iva: la Cassazione “trascina” anche i Comuni?

La posizione ai fini Iva dei comuni che applicano, acquisendo direttamente alla propria sfera giuridica, la tariffa integrata ambientale prevista dall’articolo 238 del D.Lgs. 152/2006, meglio nota come Tia2, appare ormai diventata estremamente incerta, alla luce delle affermazioni di principio contenute nella sentenza n. 454/2021 della Corte di Cassazione, le quali rischiano infatti di andare ben oltre il mero consolidamento della linea interpretativa favorevole alla natura sinallagmatica del rapporto intercorrente tra l’utenza e le società affidatarie del servizio di igiene urbana. Il tema è delicatissimo, per via delle potenziali conseguenze economiche in capo agli enti locali gestori, ed andrebbe analizzato immediatamente dall’Amministrazione finanziaria, prima di assurgere a livelli di assoluto rilievo su scala nazionale.

Leggi tutto >>
Inail: l’Agenzia non contesta la deducibilità dei premi
IvaEntiLocali

Inail: l’Agenzia non contesta la deducibilità dei premi

A distanza di circa quattro anni dalle pronunce di Cassazione che hanno dapprima riconosciuto, e successivamente confermato, che i premi Inail pagati da un ente pubblico non commerciale – con riferimento al personale impiegato nelle attività assoggettate ad Irap attraverso il metodo cosiddetto “retributivo” – possono essere portati in diminuzione della base imponibile, giunge una prima tacita ammissione da parte dell’Agenzia, nell’ambito di una controversia avente ad oggetto l’ipotesi del rimborso della maggiore imposta versata proprio per effetto della mancata deduzione di tali costi. Nella causa da cui origina la sentenza della Suprema Corte n. 23688 del 1° ottobre 2021, infatti, l’Amministrazione finanziaria non ha neppure tentato di rovesciare l’orientamento inaugurato dalle sentenze gemelle nn. 15036 e 15037 del 2017 e “consolidato” attraverso le ulteriori sentenze nn. 16157 e 29867 del medesimo anno, limitandosi a contestare la decadenza dal diritto alla restituzione del tributo ai sensi dell’articolo 38 del D.P.R. 602/1973.

Leggi tutto >>
“Misura 2”: servizi finanziati senza Iva
IvaEntiLocali

“Misura 2”: servizi finanziati senza Iva

Le somme erogate in esecuzione di piani e progetti finanziati da fondi dell’Unione Europea per l’erogazione di servizi a favore degli operatori di alcuni settori economici – tra i quali figura la cosiddetta “Misura 2” destinata allo sviluppo del mondo agricolo – non rappresentano il corrispettivo delle prestazioni effettuate dai soggetti aggiudicatari del bando e, quindi, non devono essere assoggettate ad imposta sul valore aggiunto. A chiarire il concetto – peraltro a conferma di una recente consulenza giuridica specificamente diretta proprio alla suddetta misura, pubblicata nel mese di settembre – è l’Agenzia delle entrate attraverso la risposta n. 803/2021 destinata ad una cooperativa sociale che ha partecipato all’istruttoria per la selezione di organismi di consulenza di cui ad un avviso pubblico regionale.

Leggi tutto >>
Dichiarazione a credito: rebus decadenza
IvaEntiLocali

Dichiarazione a credito: rebus decadenza

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione dovranno definitivamente chiarire i confini temporali entro i quali l’Amministrazione finanziaria può contestare il credito risultante da un modello Iva annuale – ossia se entro il termine decadenziale di accertamento previsto dall’articolo 57 del D.P.R. 633/72, oppure senza alcun limite di sorta – nell’auspicio che, nella denegata ipotesi di pronuncia sfavorevole ai contribuenti, venga chiaramente specificato che tale ultrattività del fisco opera unicamente in caso di presentazione di una richiesta di rimborso, ex articolo 30 e che, nondimeno, riguarda la sola eccedenza maturata nel periodo d’imposta oggetto di dichiarazione.

Leggi tutto >>