BENVENUTI SU IVA enti locali

Dal 2000 il sito web di RIFERIMENTO sull'IVA negli ENTI LOCALI

News NEWS

11/09/2019 - I servizi “gratuiti” sovvenzionati 

I servizi erogati a titolo gratuito da un soggetto passivo Iva, ma commissionati da un ente finanziatore, non assumono alcuna importanza ai fini Iva se analizzati con riguardo al legame che intercorre con le persone che ne beneficiano in concreto e ciò in quanto il rapporto giuridico eventualmente rilevante sotto il profilo fiscale intercorre solo con il sovventore – e non anche con coloro che ricevono le prestazioni in termini strettamente materiali – con la conseguenza che è solo rispetto a quest’ultimo che occorre indagare sul piano tributario, al fine di stabilire se le somme incassate dall’esecutore debbano o meno essere assoggettate ad imposta. E’ questa la conclusione che deve essere tratta al termine della risposta n. 237 pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

06/09/2019 - Le donazioni ai Comuni e l’Iva 

I Comuni possono essere beneficiari, al pari di altri soggetti pubblici e privati, di atti di liberalità provenienti da imprese - contraddistinti, oltre che dal carattere non oneroso dell’operazione, anche dalla finalità umanitaria e di solidarietà sociale della donazione – verso i quali il legislatore guarda con favore sotto il profilo tributario, attraverso la previsione di agevolazioni fiscali che abbracciano anche il settore dell’Iva. Negli ultimi tempi, questo particolare gesto – che di solito vede protagoniste le società di medio-grandi dimensioni – è stato alimentato anche dall’entrata in vigore della legge 19 agosto 2016, n. 166, non a caso ribattezzata “legge anti spreco”.

04/09/2019 - Fattura tra privati e firma digitale 

Una delle differenze tra la fatturazione diretta agli organi della pubblica amministrazione e quella cosiddetta “tra privati” è rappresentata dal carattere, rispettivamente obbligatorio e facoltativo, dell’apposizione della firma digitale sul file Xml strutturato che deve essere inviato allo SdI, anche se esistono circostanze in cui questo accorgimento diviene opportuno - allo scopo di rispettare i requisiti di autenticità e immodificabilità – come ad esempio nel caso in cui il cedente o prestatore conferisca a terzi l’incarico di emettere la fattura elettronica. Il vademecum del comportamento da tenere in simili situazioni – che nel mondo comunale possono verificarsi anche per effetto di fenomeni di devoluzione dell’adempimento a soggetti di natura associativa (unioni di enti) – è sintetizzato nella risposta n. 348/2019 pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

   
    Assel Tax&Legal S.r.l.
Via Corsica 9/7 sc. E - 16128 -  GENOVA
Partita IVA IT 01411380999
Registro Imprese di Genova e Codice Fiscale 01411380999
Capitale sociale euro 10.000,00 i.v.
Tel: 010 8992715 - Fax: 010 4211016
e-mail: info@ivaentilocali.i
    W3C CSS W3C HTML